Come fare la Cobaita Bonajuto

Scritto da Antica Dolceria Bonajuto ,
il 23 Febbraio 2019
Noi

In Sicilia la Cobaita viene chiamata anche Cubbaita o Cubaida, ma soprattutto Gghiugghiulena ovvero Ciciulena, il sesamo che si trova anche sopra il pane.  La Cobaita è un croccante a base di semi di sesamo – da cui prende il nome – miele, zucchero e mandorle.

La ricetta della Cobaita fa parte di una tradizione gastronomica che si perde nel tempo dove il profumo di zucchero e miele si mescola a quello delle cene in famiglia in cui tutti i parenti si riuniscono per festeggiare insieme. Questo dolce racchiude in sé i sapori tipici della Sicilia e il suo colore ricorda qualcosa di caldo e accogliente, come la nostra isola, per via del marroncino del sesamo tostato e dello zucchero scaldato.

Le origini sono arabe, come per altri piatti tipici come il torrone siciliano. Gli arabi che arrivarono in Sicilia nel 827 portarono con sé l’amore per le spezie e gusti quasi esotici per l’allora Sicilia. In arabo il termine ǧulǧulān/ǧulǧalān significa proprio “seme di sesamo”. La ricetta è sopravvissuta fino a noi tanto che la Cobaita è inserita nell’elenco dei prodotti agroalimentari tradizionali siciliani (PAT).La sua bontà si è diffusa anche in altre regioni italiane in cui cambia nome come ad esempio mandorlato o petrafennula.

La difficoltà durante la preparazione di questa ricetta sta nella cottura, bisogna prestare molta attenzione quando gli ingredienti stanno per cuocersi perché è molto facile sbagliare tempi e temperatura rischiando di bruciare tutto il composto. L’armonia non deve essere solo nella cottura ma anche nel sapore, infatti basta aggiungere più miele per dare note più dolci, oppure non esagerare con lo zucchero per chi preferisce un tocco del croccante più amaro.

LA NOSTRA RICETTA

INGREDIENTI:

  • Miele
  • Zucchero
  • Sesamo
  • Mandorla
  • Scorza d’arancia

PROCEDIMENTO

  • Riscaldare il miele a fuoco lento e attendere che si sciolga in modo omogeneo. 
  • Una volta completamente sciolto il miele, aggiungere lo zucchero e lasciare cuocere.
  • Nel frattempo pulire il sesamo che servirà nel prossimo passaggio.
  • Quando il composto di miele e zucchero è pronto, aggiungere il sesamo e amalgamare fino a quando diventa tutto uniforme.

Come dare la forma della Cobaita

Togliere dal fuoco e versare il torrone appena creato in un piano di marmo umido, in modo che così non si possa attaccare alla superficie.
Per pesare le quantità giuste di ogni singola porzione è bene aiutarsi con uno stampo rettangolare, in modo da dare anche composizione corretta e uno spessore di 1cm circa.
Puoi assaggiarlo caldo, facendo attenzione a non scottarti il palato oppure incartarlo nella velina per tenerlo da parte per i tuoi ospiti nei giorni successivi.

– – –

Se vuoi acquistare la nostra Cobaita per confrontare il risultato con la tua, vai nella pagina del prodotto.

Articoli della stessa Categoria

FATTOJO BONAJUTO

FATTOJO BONAJUTO

Istituisco per mio erede legittimo mio figlio don Federico Bonajuto, e lascio atto presso in isconto della legittima predetta il…

Nei mesi di giugno, luglio e agosto le spedizioni dei prodotti acquistati verranno effettuate esclusivamente lunedì, martedì e mercoledì
+