“Modica, ll lascito di Franco Ruta alla città che gli ha voltato le spalle”

Scritto da Antica Dolceria Bonajuto ,
il 12 settembre 2018

Una tradizione familiare lunga due secoli; il nonno (consigliere provinciale vittima di violenza fascista) che adotta la bambina che non sa distogliere lo sguardo dai dolci esposti in vetrina; la svolta nel 1992 con la decisione di prendere in mano l’azienda; quindi l’intuizione di dar vita al “cioccolato di Modica” (al massimo esisteva il “cioccolato a Modica”); il successo straordinario di cui oggi un pezzo di economia cittadina vive ma questo patrimonio oggi si pone al di fuori, ed anche contro, quel progetto concepito sempre per la città e mai per se. Un esempio? Il marchio Igp che Franco Ruta non ha mai voluto. Incontro con Pierpaolo Ruta, titolare dell’antica dolceria Bonajuto.

Pubblichiamo l’intervista rilasciata da Pierpaolo Ruta al direttore di Prima Tv Angelo Di Natale.

 

Articoli della stessa Categoria

Bonajuto in Giappone

Bonajuto in Giappone

Dal 19 al 25 gennaio scorso siamo volati in Giappone – in occasione del Salon du Chocolat di Tokyo – dove…