5 punti panoramici dove fotografare Modica

Scritto da Rocco Rossitto ,
il 19 Giugno 2017

Fui giovane e felice un’estate, nel cinquantuno. Né prima né dopo: quell’estate. E forse fu grazia del luogo dove abitavo, un paese in figura di melagrana spaccata; divino al mare ma campagnolo; metà ristretto su uno sprone di roccia, metà sparpagliato ai suoi piedi; con tante scale fra le due metà, a far da piaceri, e nuvole in cielo da un campanile all’altro, trafelate come staffette dei Cavalleggeri del Re… Che sventolare a quel tempo, di percalli da corredo e lenzuola di tela di lino per tutti i vicoli delle due Modiche, la Bassa e la Alta; e che angeli ragazze si spenzolavano dai davanzali, tutte brune. Quella che amavo io era la più bruna.

Gesualdo Bufalino – Argo il Cieco


Modica è “un paese in figura di melagrana spaccata” per usare le parole di Gesualdo Bufalino in Argo il cieco. Un sali e scendi vertiginoso che permette di viverla e ammirarla da vicino durante il moto tra vicoli e violetti, scale e scalini, sali e scendi appunto. Modica consente anche delle pause per prendere fiato e farsi osservare, a seconda del versante, in tutto il suo splendore arroccato. Nel sole dolce e delicato del mattino, in quello che picchia forte a metà giornata e irradia, in quello più morbido verso il giorno che finisce e nelle luci del cruposcolo che si accendono verso la notte.

Ad ogni parte del giorno, la vista panoramica di Modica permette un diverso punto di vista per riflettere e mirare lo sguardo, assaporare la veduta silenziosa di un paese poggiato sui fianchi come una melagrana spaccata. Così, per chi ama le viste panoramiche, ecco 5 punti panoramici a Modica da dove, volendo, poter fare delle foto (bellissime). È ovvio: non sono gli unici, sono quelli che abbiamo scelto.

Di seguito la mappa e gli indirizzi, per non sbagliare: o forse per perdersi volutamente e trovarne degli altri. Perché il bello delle mappe è che si può non seguirle per cercare nuove strade, nuovi sguardi, nuovi sbagli.

 

Vanella 139 – Vanella 139, 42

Da qui Modica è una melagrana spaccata, una vista che taglia in due la città. Vicino a dei tralicci, bisogna arrivarci in macchina e oltre la vista il posto non merita: ma lo scenario che vi si aprirà davanti agli occhi è quello che vedete qui di seguito nella foto. Imperdibile.

Modica panoramica

Pizzo Belvedere – Via S. Benedetto da Norcia

Il più famoso e classico punto di vista panoramico di Modica, da cui si può ammirare la chiesa di San Giorgio e il rispettivo versante della città.

La chiesa di San Giorgio da Pizzo Belvedere

Strada Campanilla

È una piccola strada del quartiere Cartellone, proprio sopra l’Antica Dolceria Bonajuto. Il punto da cui abbiamo scattato questa foto con vista sulla chiesa di San Pietro è facilmente raggiungibile dalla scalinata della Dolceria. Vi basterà percorrerle tutte e voltarvi alzando lo sguardo.

La chiesa di San Pietro dalla Strada Campanilla

Corso S. Giorgio

Dopo aver visitato la chiesa di San Giorgio, salendo lungo la strada nella prima curva fermatevi e voltatevi.

Modica da Corso San Giorgio

Campanile Chiesa di San Giovanni Evangelista – Piazza S. Giovanni – Modica

A Modica alta, bisogna fare una lunga scalinata per arrivare nella chiesa di San Giovanni Evangelista, lì si lascia una offerta di 2€ e poi si sale ancora, in maniera vertiginosa su una scala a chiocciola. Si sale e si sale. Poi sul campanile Modica da due versanti diversi.

La vista di Modica da uno dei due versanti del campanile

Articoli della stessa Categoria

Pasta Grannies fa tappa a Modica

Pasta Grannies fa tappa a Modica

“Ami la pasta? Pasta Grannies celebra le nonne italiane che fanno pasta a mano tradizionale. Ogni settimana visiteremo una nonna…

Nei mesi di giugno, luglio e agosto le spedizioni dei prodotti acquistati verranno effettuate esclusivamente lunedì, martedì e mercoledì
+