Dieci appuntamenti nel segno di Mozart, la nuova stagione concertistica dell’Ami Modica

Scritto da Antica Dolceria Bonajuto ,
il 23 Gennaio 2019

Venerdì 25 gennaio al Teatro Garibaldi con Filippo Gorini – vincitore nel 2015 del Concorso “Telekom-Beethoven” di Bonn con voto unanime della giuria, a soli 23 anni – inizia la stagione concertistica dell’ASSOCIAZIONE MOZART ITALIA sede di Modica.

Da Gennaio a dicembre dieci saranno gli appuntamenti che mirano a valorizzare giovani talenti europei e con la voglia di collocare Modica tra le destinazione musicali in Italia in ambito di “classica”. Il primo appuntamento è – appunto – per venerdì 25 gennaio con Filippo Giovani,  il 10 febbraio ci sarà una lezione di Graziella Seminara sulla figura della donna nelle Nozze di Figaro e nel Flauto Magico, il 29 marzo il concerto di Alberto Ferro, l’11 aprile le Conversazioni su Musica e Cervello di Antonio Montinaro, il 10 maggio il concerto per pianoforte e violoncello di Maria Pia Seminara e Francesca Taviani, il 7 giugno il concerto di Nicolò Cafaro. In estate 2019 Modica sarà protagonista della seconda edizione del festival di musica barocca Vespero Musicale. A novembre si riprenderà il 10 novembre con Dario Candela e Sandro Cappelletto e il 23 novembre con un ottetto da camera formato dal Quartetto C. Frank e dal Quartetto Indaco. Ultimo appuntamento il 27 dicembre con lo speciale “È per Mozart” di Francesco Cafiso e Giovanni Robustelli.

Ad Annamaria Spoto, presidente dell’AMI Modica abbiamo rivolto qualche domanda per conoscere meglio l’associazione e il programma
L’Associazione Mozart Italia Sede di Modica nasce appena un anno fa, in una data che, senza esitare, definirei “magica”. Il 27 Gennaio, giorno in cui ricorre l’anniversario della nascita di W. A. Mozart. Altrettanto magico il luogo della sua presentazione: Salisburgo. Città natale del compositore e oggi luogo del più importante festival di musica classica nel mondo. Una nascita sotto la protezione di colui di cui portiamo il nome. È stato un onore ed una gioia presentarla in terra d’Austria e davanti a tutte le delegazioni del mondo. Un’inaugurazione successiva presso il Teatro Garibaldi ne ha sancito la nascita definitiva in terra di Sicilia. La nostra AMI è figlia, pur in assoluta autonomia di gestione, della Sede Nazionale di Rovereto. Fondata nel 1991, è oggi a capo di oltre 50 sedi in Italia e nel mondo. San Pietroburgo, Vienna, Sofia, Tokio.  Il nostro orgoglio risiede nell’essere riusciti a fondare una sede siciliana, ancora l’unica nell’isola e in tutto il Sud sotto Napoli. Tutto questo grazie ad un piccolo gruppo di soci entusiasti ed appassionati che costituiscono il motore operativo di AMI. Abbiamo svolto dall’inizio dello scorso anno varie attività musicali, solistiche, cameristiche, e culturali. Il culmine di queste ultime è stato il recente 30 Ottobre a Teatro. Con la presentazione di tutte le lettere di Mozart (826) tradotte per la prima volta in italiano. Nostro ospite il traduttore Marco Murara affiancato da una musicologa. Lo scorso anno ha visto anche il successo entusiasmante di Vespero Musicale, festival barocco che abbiamo pensato di proporre alla città di Modica come offerta al pubblico internazionale che arriva in città nei mesi estivi e come omaggio allo splendore del barocco della nostra terra. Il cielo su Modica e sul Chiostro del Palazzo di Città risuonava di orchestre barocche, clavicembali e violoncelli antichi. Iniziando una buona abitudine che speriamo possa diventare una bella tradizione per la città ed un appuntamento stabile per gli appassionati della musica d’arte. 

Crediti: Tom McKenzie / da filippogorini.it

Perché la scelta di puntare sui giovani per la stagione 2019?
Perché i giovani sono il ponte ideale ed unico per collegare il linguaggio della musica colta, senza cadere nel pensiero scontato che sia un mondo di nicchia, ai segnali importantissimi che occorre costruire per il futuro. Perché la musica classica, lingua piena di codici che vanno conosciuti ed interpretati, possa diventare un obiettivo da approfondire ed un sostegno per un sentire di qualità. Quindi una stagione che vedrà sui nostri palcoscenici “i giovani favolosi”, talenti grandissimi e competenze all’altezza delle grandi star. Queste ultime hanno la loro luce già amplificata dai riflettori dei grandi teatri, diversamente i giovani hanno bisogno che le associazioni abbiano il coraggio di correre il rischio ed invitarli, perché possano avere il diritto di esprimere la loro arte ed essere di buon esempio e stimolo per altri giovani o per un pubblico educato a riconoscere la grande qualità. 
Occorre portare aria nuova in una lingua antica.  

Crediti: pagina Facebook Alberto Ferro

Durante la presentazione della stagione ha detto che Modica può diventare “tra le più autorevoli destinazioni della musica classica in Italia”
Perché è un luogo sotto gli occhi di tutto il mondo. Perché il Barocco, la campagna amatissima e forse unica, i suoi muri a secco, il suo e vostro cioccolato, i molti visitatori che hanno scelto di abitarla e potrei aggiungere altro, ne fanno un luogo speciale che può risuonare fin molto lontano. Perché grandi figure qui hanno studiato o da qui sono partiti per illuminare altri luoghi. Perché un esempio più piccolo per dimensioni e per numero di abitanti, quale è Spoleto, ha costruito un esemplare festival che invita grandissimi artisti ed è apprezzato fra i migliori eventi musicali con diverse sfaccettature a livello europeo. Modica è un teatro naturale per molti possibili eventi, sia nei suoi esterni che nelle molte dimore storiche o nei luoghi istituzionali. Bisogna solo crederci ed investire.  

Quali tra questi 10 appuntamenti può, a suo giudizio, essere considerato imperdibile, per chi magari vuole organizzare un piccolo break a Modica e quindi unire, alla visita della città, anche un concerto di quelli in cartellone?
Difficile scegliere. Tre giovani strepitosi: due grandi premi Beethoven, Filippo Gorini ed Alberto Ferro. Un figlio geniale della terra di Sicilia, Francesco Cafiso. 
Altri momenti di riflessione, culturali ed uno con uno sguardo alle neuro scienze. E poi Vespero Musicale ed il cielo estivo! 
Farei un torto ad ognuno se indicassi un solo evento. Direi che chi volesse giungere a Modica, fra 10 proposte , in qualsiasi momento dell’anno troverà i nostri appuntamenti mensili tutti all’altezza di una ottima qualità e del tentativo di fare la differenza. Basta salvare le date !  

Articoli della stessa Categoria

Pasta Grannies fa tappa a Modica

Pasta Grannies fa tappa a Modica

“Ami la pasta? Pasta Grannies celebra le nonne italiane che fanno pasta a mano tradizionale. Ogni settimana visiteremo una nonna…

Nei mesi di giugno, luglio e agosto le spedizioni dei prodotti acquistati verranno effettuate esclusivamente lunedì, martedì e mercoledì
+