Cicolata, la cioccolata fredda Bonajuto

Scritto da Antica Dolceria Bonajuto ,
il 04 Luglio 2017
Noi

Modo di fare acqua fresca di cicolata*
Prendete un quartuccio d’acqua e ci metterete dentro otto onze di cicolata e la cuocerete e poi la passerete per pagliazza e ci metterete cinque onze di zuccaro. Lo disfarete bene, la metterete in un bozzone e la gelerete bene che sarà a perfezione; già ne potete fare che quantità ne volete. La dosa già è detta di sopra: acqua un quartuccio, cioccolata onze otto, zuccaro onze cinque.

Cicolata, la cioccolata fredda Bonajuto nasce come omaggio a Michele Marceca e al suo “Libro di secreti per fare cose dolce di vario modidatato 1748.

Cassatine e Cicolata Bonajuto

Ancora una volta a tornare indietro ci prendiamo gusto: il cioccolato giunse nel vecchio mondo, dal nuovo, verso la fine del XVI secolo sotto forma di bevanda amara e per gli Aztechi sacra. Gli spagnoli la addolcirono aggiungendo lo zucchero e rendendola così una bevanda prelibata e affascinante.

La tradizione di bere cioccolata ai giorni nostri è arrivata sotto forma di bevanda calda per dare conforto e piacere nei periodi invernali privando però il palato e i sensi di tale piacere nei momenti più caldi dell’anno.

In realtà, come riporta il Marceca, la cioccolata in tazza si beveva, già da metà settecento, anche fredda come “acqua fresca di cicolata”. Così da questa estate proponiamo la versione fredda della nostra XICARA, preparato per cioccolata in tazza realizzato in collaborazione dello chef Vincenzo Candiano.

Gli ingredienti sono sempre gli stessi: zucchero, massa di cacao e farina di semi di carrube.

Come realizzare la cioccolata fredda Bonajuto

 La cioccolata fredda Bonajuto si prepara sciogliendo 40g di preparato XICARA in 90g (ovvero 90ml) di acqua per una porzione.

  • portare a bollore 90ml di acqua in un pentolino, versare 40g di preparato (corrispondente a 3 misurini) e mescolare fino a nuova ebollizione;
  • lasciare sobbollire per circa un minuto a fiamma bassa continuando a mescolare, preferibilmente con un frustino;
  • lasciare raffreddare la bevanda a temperatura ambiente e, successivamente, riporla in frigorifero fino al momento del consumo.
brioche e ciocolata
Brioche e Cicolata Bonajuto

Cicolata va consumata secondo necessità, senza limitazioni d’orario o situazione per un momento di sollievo durante la calura estiva. Può essere accompagnata dalla classica brioche da granita (quella “col tuppo” che sforniamo calda ogni mattina), da una (nostra) cassatina o da un (nostro) cannolo, oppure consumata da sola dedicando le giuste attenzioni e assaporandola in maniera completa.

Cicolata è disponibile nella nostra dolceria a Modica, in Corso Umberto I, 159.

* * *

*Modo di fare acqua fresca di cicolata” tratta da “Libro di secreti per fare cose dolce di varii modi” di Michele Marceca (1748)

Ringraziamo Marco Blanco per le sempre preziose ricerche d’archivio.
La traccia audio del video è “Cantina Rag” di Jackson Frederick Smith

 

 

Articoli della stessa Categoria

Come fare la Cobaita Bonajuto

Come fare la Cobaita Bonajuto

In Sicilia la Cobaita viene chiamata anche Cubbaita o Cubaida, ma soprattutto Gghiugghiulena ovvero Ciciulena, il sesamo che si trova…

FATTOJO BONAJUTO

FATTOJO BONAJUTO

Istituisco per mio erede legittimo mio figlio don Federico Bonajuto, e lascio atto presso in isconto della legittima predetta il…

Nei mesi di giugno, luglio e agosto le spedizioni dei prodotti acquistati verranno effettuate esclusivamente lunedì, martedì e mercoledì
+